Agenzia di informazione e comunicazione

Territorio. Inaugurata la nuova palestra di Montecreto (Mo), struttura antisismica al servizio della comunità tra sport e gestione delle emergenze di Protezione civile. Bonaccini: “Aggregazione giovanile, valori sociali e rispetto dell’ambiente, un luogo di grande importanza”

Finanziata dall’Agenzia regionale di Protezione civile con 100 mila euro, dall’Istituto di credito sportivo e dal Comune sorge tra gli alberi ultracentenari del Parco dei Castagni. Riconosciuta dal Coni come centro per l’avviamento allo sport servirà anche come sede del Centro operativo comunale di protezione civile

25/03/2018 15:31

Bologna - Nasce il nuovo centro sportivo indoor nel Frignano. È stata inaugurata oggi a Montecreto (Mo), nella suggestiva cornice del Parco dei Castagni, la nuova palestra, completamente antisismica, riconosciuta anche dal Coni come struttura per l’avviamento allo sport e che servirà anche come Centro operativo comunale (Coc) di Protezione civile in caso di calamità naturale.

L’opera, dal costo complessivo di 450mila euro, è stata finanziata per 100 mila euro con fondi dell’Agenzia regionale di Protezione civile e per il resto dal Comune di Montecreto e dall’Istituto di credito sportivo.

All’inaugurazione erano presenti il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, il presidente dell’Unione dei Comuni del Frignano e sindaco di Montecreto, Leandro Bonucchi, e la responsabile del Servizio regionale di Protezione civile, Rita Nicolini.

“Puntiamo sui territori e nella collaborazione coi territori- afferma Bonaccini- e oggi viene messo a disposizione della comunità locale un centro di grande importanza, che la rafforza, partendo dai valori sociali, da una sicurezza condivisa, dallo sport e dall’aggregazione giovanile, dal rispetto dell’ambiente.  In primo luogo è un esempio di come si possano recuperare spazi senza consumare suolo, uno degli obiettivi della legge regionale sull’urbanistica che abbiamo approvato di recente, e con attenzione ai materiali. La palestra sorge infatti su una struttura già edificata nel 2008 come pista di pattinaggio ed è stata costruita in parte riutilizzando materiali edili acquistati da un’associazione sportiva di Cavezzo dopo il terremoto del 2012. Inoltre- conclude il presidente- è un luogo in cui i ragazzi e le ragazze si possono ritrovare e di coesione sociale, dove praticare sport tradizionali e innovativi, ed è anche un centro di Protezione civile, un presidio per la sicurezza dei cittadini e di risposta immediata in caso di emergenza”.

“La nuova palestra di Montecreto- sottolinea Bonucchi- rappresenta il raggiungimento di uno dei più importanti obiettivi che l’Amministrazione si era prefissata all’inizio del mandato, lo sport è infatti uno dei punti fondamentali nei quali abbiamo sempre investito e creduto”.

 Un nuovo centro per praticare sport e per la Protezione civile

Il progetto della nuova palestra è stato avviato con bando nel 2016. La struttura è strategica per via della sua posizione centrale e rappresenta un investimento rilevante per la montagna.

Sorge all’interno del Parco dei Castagni, di forte interesse paesaggistico grazie ai suoi alberi ultracentenari, e presenta una struttura parzialmente interrata abbellita da intarsi di legno a forma di alberi posizionati sulle pareti visibili. Il pavimento in legno è realizzato con materiali edili riciclati acquistati da una associazione sportiva di Cavezzo colpita dal sisma 2012 e promuove così l’ecosostenibilità in edilizia, evitando sprechi dannosi per l’ambiente. È caratterizzata da alta classe energetica dovuta anche all’uso di impianti fotovoltaici e completamente antisismica.

Duplice l’utilizzo della nuova struttura per la comunità. Sarà principalmente dedicata alla pratica sportiva con attività tradizionali, come basket e pallavolo ma anche il ballo liscio, e più nuove, come, ad esempio, l’arrampicata sportiva. La palestra potrà così diventare punto di riferimento nell’Appennino modenese per gli appassionati di questa nuova disciplina olimpica.

La struttura, come detto, sarà anche il nuovo Centro operativo comunale (Coc) di Protezione civile e sarà utilizzata anche per corsi di formazione di nuovi volontari, tra cui il progetto Cantieri Giovani, e per l’organizzazione delle esercitazioni ordinarie della Protezione civile del Frignano. /BB

 

« Torna all'archivio

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/01/02 18:14:04 GMT+1 ultima modifica 2018-09-17T15:52:50+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina