Agenzia di informazione e comunicazione

E-R |

Attività produttive, Piano energetico, Economia verde e Ricostruzione post-sisma

09/06/2015 16:43

Energia - Via libera della Giunta regionale al Protocollo d’intesa tra la Regione e Confservizi

Bologna – Via libera della Giunta regionale allo schema di Protocollo d’intesa tra la Regione Emilia-Romagna e Confservizi Emilia-Romagna per la promozione di interventi di risparmio energetico ed uso efficiente dell’energia in attuazione del Piano energetico regionale. L’intesa sarà sottoscritta dalle parti nei prossimi giorni.
«La Giunta per raggiungere gli obiettivi della strategia europea 2020 ha deciso - sottolinea l’assessore regionale alle Attività produttive Palma Costi - di condividere obiettivi e strumenti con chi rappresenta le aziende che operano nel settore. Questo, assicurando piena partecipazione a cittadini ed imprese nella costruzione di una economia in grado di ridurre le emissioni di gas climalteranti e di risparmiare energia e orientata all’utilizzo delle fonti rinnovabili».
Regione e Confservizi lavoreranno per assicurare un efficace coordinamento tra le funzioni di pianificazione e regolamentazione proprie delle istituzioni territoriali e le attività portate avanti dagli operatori del mercato, al fine di agevolare gli interventi in materia di uso efficiente delle risorse, produzione e impiego  delle fonti rinnovabili, generazione distribuita,  sviluppo delle reti intelligenti e di servizi energetici. Inoltre si cercheranno ulteriori risorse. Le parti, inoltre, si fanno carico di ricercare  ulteriori risorse a livello nazionale e comunitario, al fine di favorire lo sviluppo e la diffusione di progetti di risparmio energetico.
«Gli obiettivi condivisi in materia di energia – aggiunge l’assessore Costi - riguardano la qualificazione energetica dei sistemi urbani e territoriali e delle reti, la mobilità sostenibile e le misure per lo sviluppo dei relativi servizi e  infrastrutture, la ricerca applicata e l’innovazione tecnologica, il recupero di materia ed energia dal ciclo dei rifiuti, il risparmio della risorsa idrica, lo sviluppo di servizi innovativi rivolti all’efficienza energetica per gli utenti finali, lo sviluppo delle filiere della Green Economy . Obiettivo finale : sostenibilita e aumento della occupazione».
La Regione promuoverà, inoltre, la stipula di accordi con il sistema bancario e finanziario per favorire l'accesso al credito per investimenti in campo energetico e per l'offerta di soluzioni in modalità ESCO (società che effettuano interventi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica, assumendosi i rischi e i costi dell’iniziativa e condividono i risparmi con il cliente) e PPP (modello nel quale il settore pubblico e il settore privato collaborano per la realizzazione di progetti concernenti infrastrutture pubbliche) rivolti agli utenti finali.
Confservizi collaborerà con la Regione e gli Enti locali attraverso le proprie aziende associate su alcuni ambiti prioritari tra cui nell’attuazione delle misure individuate come prioritarie nei PAES (Piani di azione per l’energia sostenibile) adottati dai Comuni che hanno aderito al Patto dei Sindaci, come la riqualificazione energetica dell’edilizia residenziale pubblica e degli edifici dell’amministrazione (scuole e uffici), la riqualificazione delle infrastrutture energetiche a rete a partire dalla pubblica illuminazione e la diffusione di impianti di teleriscaldamento e teleraffrescamento nelle aree urbane e nelle aree dedicate alle attività produttive in grado di valorizzare le fonti rinnovabili. Fondamentale la collaborazione  nella promozione e nel sostegno di progetti di ricerca e/o sperimentazione industriale in campo energetico, avvalendosi dei laboratori della Rete alta tecnologia della Regione. Questo per contribuire alla diffusione delle più avanzate tecnologie in grado di ridurre i consumi energetici, di migliorare l’efficienza energetica  nei sistemi di produzione, trasformazione, distribuzione e utilizzo dell’energia e  di consentire l’aumento della copertura dei fabbisogni energetici del sistema regionale attraverso le fonti rinnovabili.

Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it