Casi particolari di modifiche statutarie

  • Modifiche statutarie che ampliano territorialmente le finalità istituzionali

La Regione inoltra d’ufficio alla Prefettura competente per territorio il fascicolo relativo all'Ente che ha approvato modifiche statutarie inerenti l’ampliamento territoriale delle proprie finalità istituzionali dall’ambito regionale a quello nazionale.

La Prefettura procede di conseguenza all'iscrizione dell’Ente nel proprio Registro delle persone giuridiche.

A seguito della comunicazione, da parte della competente Prefettura, di avvenuta iscrizione dell'Ente nel proprio Registro, la Regione provvede alla revoca del provvedimento di riconoscimento giuridico regionale ed alla contestuale cancellazione dello stesso dal Registro regionale delle persone giuridiche.

  • Modifiche statutarie riferite agli scopi delle fondazioni

Nel caso venga proposta istanza di approvazione di modifiche inerenti gli scopi dell’Ente che vadano ad incidere in modo rilevante sulle principali finalità previste dall’atto costitutivo e dallo statuto, mutandole in tutto o in parte, la Regione valuta se, nel caso specifico, si realizzano le condizioni che consentono ai sensi del Codice Civile di provvedere alla  trasformazione dell’Ente.

La trasformazione dell’ente può essere disposta in caso di accertamento della impossibilità sopravvenuta dello scopo e della sua scarsa utilità e a condizione che le finalità istituzionali modificate  rimangano di massima coerenti  con la volontà espressa originariamente del fondatore.

Il procedimento si concluderà con l’adozione di una Determinazione del Direttore generale agli Affari Istituzionali e legislativi di approvazione della trasformazione degli scopi della fondazione.

Azioni sul documento

pubblicato il 2011/11/02 16:10:00 GMT+2 ultima modifica 2014-11-27T20:37:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina